Nella mente di un cretino

“Ah che bello girare con il camper! Che splendida giornata! Oh, ma devo fare rifornimento, fermiamoci in questo distributore….ah, è chiuso, beh giustamente sono le una e mezza del pomeriggio, mi metterò al self!

Ma guarda un po’, sul display c’è scritto che accetta solo banconote e…to’…la fessura per le carte è tappata da un pezzo di nastro isolante nero…cosa vorrà dire? È un mistero!

Ma sai che c’è? Nel dubbio…che non si sa mai….che secondo me funziona…adesso prendo la carta e la infilo a forza nella fessura, bucando il nastro isolante! Sì, è decisamente la decisione più saggia, mi congratulo con me stesso!

Ecco adesso buco il nastro….ecco…un po’ più di forza…VOILÀ! È entrata! Sono un genio!”

E questa è la storia di come sono stata svegliata dal mio sonnellino post pranzo perché a un cretino era rimasta la carta incastrata nel self.

Annunci
Pubblicato in lavoro | Contrassegnato , , , , , | 3 commenti

Malata di serie tv (parte XVIII) WestWorld

Ma secondo voi devo continuare con sti numeri romani? Che tra un po’ saranno più lunghi del titolo….


Non volevo guardarla questa serie, proprio no, non mi ispirava, ed era una cosa estremamente stupida perché avevo deciso che non mi ispirava basandomi solo sul titolo…WestWorld…naaa, pensavo, i western non mi sono mai piaciuti, io non lo guardo.

Darei uno schiaffo alla me del passato!

Poi per fortuna un giorno il mio ragazzo fa “Guardiamo WestWorld” “Ma non mi ispira” “Lo guardiamo uguale!” ci ha messo più o meno un paio di settimane a convincermi, e per fortuna, perché questa è una delle migliori serie che io abbia mai visto!

Lui mi ha un po’ odiato ma c’è da dire che io ci ho messo 5 anni per convincerlo a guardare Lost, che è poi diventata una delle sue serie preferite, quindi ha anche patito poco!

Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , , , , | 6 commenti

L’infanzia in un tag!

Nessuno mi ha nominata per questo tag, ma l’ho visto fare prima dal caro Gintoki e poi dal caro Orso Chiacchierone, quindi mi sono autonominata, così, senza vergogna!

Il tag consiste nell’elencare 5 giochi o giocattoli che hanno segnato la mia infanzia!

(alcuni, molti, sono in comune con Gintoki e Orso, abbiamo avuto un’infanzia molto simile evidentemente)

AVVISO: ci potrebbero essere i soliti problemi con le immagini, al solito risolvo appena mi metto al pc!

Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 6 commenti

Posso fare da sola?

Arriva questa ragazza, 16 anni più o meno, a bordo di una di quelle macchinine infernali (anzianità mod on) che si possono guidare con il patentino.

Arriva, si ferma un metro prima della pompa, chiaramente indecisa su quale lato scegliere, riflette.

Io la osservo, potrei andare li e dirle “mettiti sul lato sinistro, che il tappo del serbatoio ce l’hai a destra” ma no, sto zitta, perché voglio vedere cosa vuol fare, anche perché non capisco se vuole effettivamente far rifornimento o meno….

Avanza di qualche centimetro, titubante, si ferma, riflette ancora un po’, parte di nuovo, si dirige sul lato sinistro “vai che ce l’ha fatta!” penso trionfante mentre mi incammino per servirla, ma è troppo presto per gioire…

Si è quasi messa in posizione, si ferma di nuovo, riflette un altro istante, fa marcia indietro, manca la colonnina del self di un soffio, sale sul marciapiede, riscende, passa al lato destro della pompa.

Mi avvicino scoraggiata al pensiero di dover fare di nuovo tiro alla fune con la pistola del diesel.

Non faccio in tempo ad avvicinarmi al finestrino per chiederle quanto devo mettere, apre lo sportello, di colpo SBAM botta fortissima alla pompa, nuova di zecca.

“Buongiorno” dico, e controllo i danni, neanche un graffio, è andata bene… Lei non sembra sentirmi, richiude lo sportello, la vedo trafficare con la borsa, forse per prendere i soldi….sì…ha 10€ in mano…

Riapre lo sportello SBAM….DI NUOVO…mi metto le mani tra i capelli…

Lei scende, sembra essersi accorta solo ora di me, mi guarda, faccio per ripetere “Buongiorno” ma lei mi precede prima che possa aprir bocca…

“posso fare da sola?”

La guardo….tolgo lentamente le mani dai capelli….l’ha detto davvero?

“NO! Non puoi far da sola!”

——

Giusto un aneddoto simpatico del mio nuovo lavoro, magari ve ne racconterò anche altri….vedremo!

Pubblicato in lavoro | Contrassegnato , , , , , | 12 commenti

Malata di serie tv (parte XVII) Iron Fist

Ed eccoci arrivati all’ultimo membro dei Defenders, il combattente di kung fu dal pugno de ferro d’acciaio!

Sto parlando ovviamente di Iron Fist, ovvero Danny Rand, erede di una prestigiosa azienda creduto morto in un incidente aereo insieme ai suoi genitori.

Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , , , , | 13 commenti

Fairy Tail – The End

Qualche giorno fa uno dei miei manga preferiti è finalmente arrivato alla sua degna conclusione! Sto parlando ovviamente, come da titolo, di Fairy Tail, shonen scritto e illustrato dal mangaka Hiro Mashima.

Fairy Tail parla dei viaggi e delle avventure di Lucy, Natsu, Gray, Elsa, Wendy, Happy, Charlie, Gajeel, Lluvia, e tanti altri….tutti maghi di diversa natura, con diversi obiettivi, ognuno con il proprio passato più o meno burrascoso, ma tutti appartenenti alla meravigliosa gilda di Fairy Tail!

Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , , , , | 3 commenti

Malata di serie tv (parte XVI) Luke Cage 

La Marvel, si sa, da grandi gioie, ma non sempre le riesce…

Dopo Daredevil e Jessica Jones, che mi sono piaciuti tantissimo, avevo grandi aspettative per Luke Cage, anche perché il personaggio mi era piaciuto molto nella serie dedicata alla detective, purtroppo però queste aspettative non sono state proprio ripagate…

Andiamo però con ordine!

Luke Cage è la terza serie delle quattro che ci hanno dato le basi per l’attesissimo The Defenders, che non vedo l’ora di vedere tra l’altro!

Scusate se l’immagine è minuscola, appena mi metto al pc correggo

Luke è dotato di una superforza e di una pelle a prova di proiettile, poteri ottenuti a causa di un esperimento finito male nel carcere in cui era recluso. A seguito dell’esperimento, Luke evade, diventa un fuggitivo, ma poi riesce a ricostruirsi una vita ad Harlem. Il periodo di pace però dura ben poco, presto il suo passato torna a galla e lo costringe a combattere, utilizzando i suoi poteri, per proteggere la propria città.

Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento