I miei professori

In 5 anni di scuola superiore ho avuto il più svariato gruppo di professori stramboidi che si possa immaginare. Forse perchè ho frequentato un istituto d’arte, definito da tutti il ritrovo degli strambi, o forse semplicemente perchè, per una strana forza sconosciuta, la mia classe attirava quel tipo di professore…comunque, ho deciso di elencarne alcuni e descriverli, anche un po’ per ricordarmi com’erano (la scuola mi manca da morire :(.. )

1. L’Incantatrice = la professoressa che più ho amato. Insegna, o meglio insegnava visto che è andata in pensione, storia, che di solito non è proprio la mia materia preferita (specialmente in secondo) ma lei riusciva a raccontarla in un modo tale che era come se stessi ascoltando una favola. Ammetto che ci ho messo un po’ ad apprezzarla, al primo quadrimestre non andavo benissimo in quella materia, ma poi ho capito il meccanismo, prendevo gli appunti in classe, e alla successiva lezione, pur non avendoli riletti nemmeno una volta, sapevo tutto! E passai così da un 5 scarso a un 8 pieno.

2. Il trincone di matematica = uno dei pochi professori che ho avuto in tutti e 5 gli anni di scuola. Solito entrare in classe, o tenere colloqui con i genitori, circondato da un vago, anzi, da un notevole odore di alcol. Le lezioni erano strutturate in uno strano modo. Circa metà della lezione era per la spiegazione vera e propria (se così si può chiamare). L’altra metà era tutta per il cazzeggio in cui il prof parlava male degli altri professori o della presidenza o raccontava aneddoti del suo passato, come quando aveva rubato una campana ad una chiesa o quando, da studente, aveva fatto esplodere il camino nella presidenza della sua scuola. Ma non dimentichiamoci del suo atteggiamento agli esami di riparazione, in cui usciva dalla classe facendo finta di niente per permetterci di copiarci a vicenda. Ai colloqui però dava il meglio di sè, mi sedevo con mia madre davanti a lui (venendo colpita da una zaffata di puzza di vino che quasi mi faceva ubriacare a mia volta) e lui cominciava a parlare, di tutto, tranne che della matematica. La maggior parte delle volte diceva che io non avevo gran che bisogno di studiare perchè, secondo lui, ero talmente carina (O_O) che tutti i datori di lavoro mi avrebbero accettato in ogni caso. Quindi ricordatevi, troppo vino fa male!                                                                                                                                               Frasi celebri: “Nonostante io sia quello che va al bar ad ogni cambio dell’ora, so il meno ubriaco qua dentro.” “Cercà de insegnà qualcosa a voi è come cercà di scavare una buca profonda 50 metri con una pala.” 

3. Il Maniaco = il maniaco è l’insegnante di ginnastica che, fortunatamente, ho avuto solo in primo. Tendente a fare battutine poco simpatiche e a toccare il culo delle ragazze (compreso il mio una volta) era il professore meno simpatico della scuola. Oggetto di tutte le assemblee d’istituto e odiato da tutti. Io a quei tempi avevo una gamba rotta col fissatore, quindi i primi mesi di scuola avevo l’esonero e il prof mi metteva a fare l’arbitro, un giorno mi sbagliai una cosa stupidissima e lui mi calpestò il piede destro (quello della gamba rotta) fortissimo; mi fece un male cane. Purtroppo ero ancora troppo poco sveglia da andare dal preside a denunciare tutto. Ma il brutto è che anche le ragazze del 5° anno non fecero niente, e questo è pure peggio.

4. La Cooman = per chi non conoscesse Harry Potter, la Cooman è questa:  togliete la sfera di cristallo e il foulard, lisciate un po’ i capelli e vi ritroverete di fronte alla mia prof di scienze del 3°.                                             Segni particolari: (oltre alla incredibile somiglianza con la professoressa di divinazione di Hogwarts) voce squillante, capacità di scrivere alla lavagna con un gessetto lunghissimo riuscendo ad ignorare gli stridii insopportabili che produce, capacità di continuare a spiegare con noncuranza ben sapendo che nemmeno una singola persona in classe la sta ascoltando.

5. Il Bambinone = dico bambinone perchè in effetti è quello che sembra. Viso tondo e occhioni azzurri, a prima vista ti suscita un po’ di tenerezza, poi passa. Professore di foggiatura e inventore di bestemmie che quasi sempre contengono la parola “maiolica”. Quando non era occupato a litigare con uno studente (io e lui abbiamo fatto un sacco di litigate il penultimo anno), o spiegava, o dava consigli su quale gioco erotico fare con il proprio partner. Ogni lezione con lui era una risata continua, o un incazzatura continua, a seconda delle giornate.

6. La prof di diritto = (non riesco a trovarle un soprannome adatto) cugina del bambinone anche se non poteva essere più differente da lui. La più puntigliosa della scuola, prima di andare in pensione (o in malattia?…non ricordo..) era una dei due prof di decorazione, le cui lezioni la maggior parte delle volte consistevano nel pulire l’aula (io fortunatamente dopo i primi due anni per decorazione avevo il prof serio) e in secondo era anche la prof di diritto. Io gli stavo molto a cuore, non si sa ancora il perchè, e trasformava le mie scene mute in interrogazioni da sufficienza piena.

7. La nonna di Titti = insegnante di religione (successivamente “promossa” a segretaria in presidenza) soprannominata da tutti “La nonna di Titti”!                                                                   Donnina piccola e tonda con una vocina da bima. Le sue lezioni di religione terminavano quasi sempre con lei che ci permetteva di scrivere bigliettini per il compito in classe dell’ora dopo. Anche lei, come il bambinone, incuteva tenerezza.

8. Il Soprano = un omone grande e grosso insegnante di disegno geometrico. L’ho soprannominato il Soprano perchè durante le sue lezioni, magari mentre noi stavamo completando un esercizio, adorava canticchiare; il suo vocione rimbombava in tutte le aule della scuola. Nei compiti in classe metteva sempre me e un altro mio compagno di classe (gli unici in grado di capire la sua materia) ben lontani da tutti gli altri per evitare che noi provassimo ad aiutarli. Ovviamente ciò non funzionava mai e io mi ritrovavo sempre a fare 5 compiti contemporaneamente.

9. La stronza = compagna del Soprano e insegnante di restauro. In realtà non c’è molto da dire su di lei. Se non che è una stronza. E che faceva le preferenze. La odio.

10. La pazza = professoressa di filosofia soprannominata pazza, o nevrotica, o schizzofrenica… aveva un modo di fare lezione tutto suo, alternando il pensiero dei grandi filosofi a racconti sulla sua quotidianità senza avvertire e senza un filo logico. Ad esempio “Ed oggi parliamo di Kant con la critica della ragion pura in cui afferma…comunque l’altro giorno sono andata a fare spesa e ho chiesto alla commessa due etti di prosciutto e…” (questa frase non è inventata). Alle interrogazioni parlava soprattutto lei, tanto che alla fine eri tentato di dire “Brava prof! Si merita un bel 9!”

11. La migliore amica = quest’ultima professoressa non ha niente di strano o di divertente, era la nostra prof di storia e italiano in 5°. Adorata da tutti per la sua simpatia e la sua disponibilità. Ci ha aiutato un sacco per gli esami di maturità venendoci a fare lezioni private quando in teoria era in vacanza. E’ stata una delle professoresse a cui ho tenuto di più, e le vogliamo tutti un gran bene.

Ed ecco qua la lista di alcuni miei professori, di sicuro me ne sarò dimenticato qualcuno, in tal caso l’aggiungerò in un secondo tempo. Spero vi sia piaciuto anche se in realtà non li ho resi bene come avrei dovuto.

The End

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Altro e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...