Un Lucca Comix travagliato!

Sono ben 5 anni che vado a Lucca in occasione del Lucca Comix & Games, e mi sembra superfluo dire che l’adoro, adoro gli stand, adoro i cosplay, adoro la città, adoro le bellissime mura…tutto! Quest’anno però è stata veramente dura!

Siamo partiti in cinque, io, il mio ragazzo (Nicola) e altri tre amici, Amanda, Riccardo ed Emanuele, e come al solito siamo arrivati all’ora di pranzo perché la puntualità è il nostro forte! Parcheggiamo a chilometri e chilometri di distanza perché il nostro parcheggio segreto quest’anno non era più tanto segreto… Per i biglietti non ci sono stati grossi problemi, li abbiamo prenotati, quindi neanche due minuti di fila abbiamo già i bracciali, i problemi però non sono tardati ad arrivare.

Amanda in cosplay da Lolly Poppy di League of Legends

Dove si va? Ok che sono 5 anni che ci andiamo ma ancora non abbiamo imparato a memoria la disposizione di ogni padiglione, ed alcuni sono anche cambiati. Le mappe sono completamente esaurite e scaricarne una dal cellulare è impossibile, perché già ci sono problemi alla linea, che subito ci hanno fatto rinunciare ad incontrare degli amici situati chissà dove ma impossibili da rintracciare! Infine, come se non bastasse, dopo appena 5/6 scatti, la mia macchina fotografica decide di rompersi, quindi ho potuto fare solo qualche scatto col cellulare (e visto che son poche, le ficco qua nell’articolo così ve le faccio vedere).

Il cosplay da babbano di Riccardo ha avuto un successo incredibile!

 

 

 

Ma i problemi non sono finiti qua. No! Perché ad aspettarci c’è una folla che neanche Woodstock ai tempi d’oro, e provateci voi a orientarvi, senza mappa, senza indicazioni, in mezzo a una marea di gente! Comunque riusciamo ad arrivare in Piazza Napoleone dopo non so quante ore di viaggio, le vie erano stipatissime e si riusciva a malapena a girare un angolo, e non scherzo, per riuscire a farmi avanti mi sono dovuta aggrappare al muro e tirarmi dall’altra parte! Dalla disperazione a un certo punto ho placcato una ragazza e ho fatto una fotografia alla sua mappa, in modo da riuscire, almeno, a capire dove cavolo fossimo! Comunque, dicevo, arriviamo agli stand in Piazza Napoleone, e le cose sembrano andare un po’ meglio, riesco a fare un piccolo acquisto e a curiosare in giro senza troppi problemi finché non arrivo allo stand dello Shockdom e resto intrappolata in mezzo a un ingorgo colossale che mi spinge di qua e di là. Vorrei sottolineare che io sono claustrofobica, e in quel momento ho avuto seriamente paura di sentirmi male, mi mancava l’aria, non ci capivo più nulla e avevo perso il mio ragazzo ed Emanuele da almeno mezz’ora (gli altri due avevano deciso di rimanere indietro).

I Goomba non mancano mai!

I Goomba non mancano mai!

Mentre ero lì ho pensato “Ci sarà Sio a fare gli autografi ecco il perché di tutta questa folla” quindi mi faccio coraggio e cerco di raggiungere lo stand, e indovinate un po’? Non c’è! E per fortuna aggiungo, perché se ci fosse stato credo che la massa di gente mi avrebbe travolto direttamente!!

tizi

Ragazzi completamente matti incrociati appena siamo arrivati

Quando usciamo dallo stand è già passato mezzo pomeriggio e cerchiamo di ricontattare i nostri due amici ormai dati per dispersi. La disperazione si fa sentire, la linea è inesistente e il livello delle batterie dei cellulari cala vertiginosamente! Quando finalmente arrivano gli angeli! Alessia, Stefano e Fabio (altri amici che dovevamo incontrare) che non solo riescono a mettersi in contatto con gli altri due, ma ci forniscono anche una mappa per raggiungerli! Troppo bello per essere vero! E infatti….

Una volta ritrovati i dispersi, salutiamo i nostri amici dandoci appuntamento per cena, e finiamo di girare altri stand, stavolta con un po’ più di calma. Convinti che ormai l’avventura sia passata torniamo alla macchina, con l’intenzione di raggiungere poi i nostri amici e, ma guarda un po’, ci imbattiamo nell’ennesimo ingorgo, ma stavolta in strada, e non so quale sia peggio… Dalle 19 fino alle 21.30 rimaniamo imbottigliati, tra semafori, molteplici passaggi a livello e santi spiccati in ogni dove, finché non decidiamo di rinunciare all’appuntamento con gli altri e di fermarci in un sushi wok dove, dopo tre quarti d’ora di fila, riusciamo finalmente a mangiare!

Ed incavolato...un po' come noi..

Ed incavolato…un po’ come noi..

coso

Onestamente non so chi sia però è troppo figo!

Il mattino dopo ci svegliamo speranzosi che, visto che è domenica, la situazione sia più gestibile. E per un po’ lo è stata. Partiamo presto, incontriamo Eraty, un altra amica che il primo giorno abbiamo tentato di contattare inutilmente, ed entriamo nell’area games. Neanche il tempo di tirare un respiro di sollievo per la folla non troppo eccessiva che mi ci ritroviamo di nuovo nella situazione del giorno prima.  Tra gente che ci spintona di qua e di là in modo decisamente brusco (ho rischiato di cadere più di una volta) io e Amanda riusciamo a tirarci fuori da quell’inferno visibilmente scosse e stravolte, con gli altri ci eravamo dati appuntamento nei giardini all’esterno, e ci rechiamo lì a far compagnia ad Eraty che non aveva il biglietto per entrare.

Dopo una mezz’oretta ci raggiungono Emanuele e Riccardo,

Il mitico Soleil!!!

Il mitico Soleil!!!

era ormai ora di pranzo ma, del mio ragazzo, nessuna traccia… Quindi via! Si riparte con telefonate alla segreteria, messaggi che tornano indietro, lamenti disperati per la fame, fino a che lui non riesce a contattarci e ci annuncia di essersi iscritto al torneo di Smash e quindi “..andate pure senza di me, vi richiamo quando ho fatto” e io in cuor mio già gli dicevo addio!

Cosplay fantastico di un videogioco fantastico!

Cosplay fantastico di un videogioco fantastico!

Poi la situazione migliora, riusciamo a vedere qualche altro stand, io riesco pure a farmi fare due dediche nella Self Area, sul tardi riusciamo a ribeccare di nuovo Nicola, che purtroppo è riuscito a fare solo due partite al torneo,  e riusciamo pure a fare un giretto alla Japan Town.

C'era anche un Dottore!

C’era anche un Dottore!

Alla fine comunque riusciamo a tornare a casa illesi anche se tremendamente stanchi ed esasperati! Devo dire che, rispetto agli altri anni, in cui mi sono sempre divertita un mondo (anche se era comunque stancante) quest’anno non mi sono goduta la fiera come al solito. Troppa gente, troppi problemi troppo nervosismo dovuto alla troppa gente e ai troppi problemi. E c’è anche la paura di sentirsi male, di svenire, di ferirsi in qualche modo, perché con tuta quella gente è possibile, per non parlare dei bambini che potrebbero allontanarsi anche di poco dai genitori e perdersi in mezzo alla folla. Invivibile!

Hop hop gudget!!

Hop hop gadget!!

Ho letto che il direttore del Lucca Comix sta cercando delle soluzioni per migliorare la situazione, e spero vivamente che ci riesca, perché mi dispiacerebbe tantissimo se un giorno la fiera dovesse essere abolita per mancanza di organizzazione. Il Lucca Comix è un evento bellissimo e divertente, ma se continua come quest’anno non credo che ci tornerò, e questo è veramente un peccato!

 

 

 

 

In ogni caso, anche se le due giornate sono state non poco travagliate, sono comunque riuscita a fare acquisti notevoli!

serie dwPrima di tutto, la prima serie in dvd del Dottor Who! Non potevo rinunciarci, stavo pensando da un po’ che avrei voluto tutte le stagioni da poter rivedere ogni volta che voglio, e perché non cominciare dalla prima? Peccato che i sottotitoli in italiano ci siano solo per non udenti (vorrei finalmente guardarlo in lingua originale) ma vabbè, mi accontento!

 

scottecs

 

 

Anche se non c’era Sio, ormai prendere un Tutto Scottecs è tradizione! E tra l’altro ho sudato non poco per raggiungerlo e comprarlo, quindi me lo dovrò leggere con gusto!

 

 

skyNella sezione Self Area ho comprato questi due volumi di fumettisti emergenti. tokyoSkyrocket non l’ho ancora letto ma sembra interessante e i disegni sono stupendi! Poi l’autrice è stata veramente carina anche se si vedeva che era molto stressata. People from Tokyo invece è semplicemente una raccolta di schizzi che il disegnatore ha fatto durante il suo viaggio in Giappone, davvero molto belli! Molto carino anche lui che mi ha parlato della sua esperienza a Tokyo con gli occhi che gli brillavano e consigliandomi vivamente di andarci (e io che lo guardavo invidiandolo tantissimo). Entrambi mi hanno fatto delle dediche molto carine!dediche

 

 

 

 

 

hp la magia del filmQuesto l’ho voluto lasciare per ultimo, ma non certo perché è il meno importante. Il primo giorno, dopo aver ritrovato Amanda e Riccardo, siamo entrati nello stand della Panini e mi sono ritrovata lui davanti! Con gli occhi a cuoricino ho chiesto alla commessa quanto costasse e lei mi ha dato la batosta “45€ però te lo posso scontare a 40€”. Sconto generoso ma era comunque troppo per le mie tasche. Il mio ragazzo però, quando ha visto la disperazione sul mio volto, ha deciso di farmi un regalo di Natale anticipato pagando metà del prezzo! Come si fa a non amarlo? Sono stata felicissima! La sera in albergo ho iniziato subito a sfogliarlo! Credo che appena avrò finito di leggerlo scriverò una piccola recensione, quindi per ora non dico nulla, se non che si mangia con gli occhi da quanto è bello!!!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Perle di vita e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Un Lucca Comix travagliato!

  1. gufetta91 ha detto:

    Ho letto solo ora il tuo post! Molto divertente ma mi è venuta l’ansia al posto tuo, non credo che potrei sopravvivere a un evento del genere 😛

    Ce l’ho anche io La magia del film di Harry Potter, l’avevo pagato 36 euro ma non li ho mai rimpianti, visto che all’interno ci sono la lettera, la mappa del malandrino, l’invito per il Ballo del Ceppo, il quaderno di pozioni eccetera.

    Fammi sapere che cosa pensi delle voci bellissime originali di Doctor Who! I Daleks fanno molta più paura con la voce inglese 😛

    • crostina ha detto:

      Guarda è stata veramente tragica la situazione O_O
      Harry Potter e la magia del film me lo sono divorato! È veramente fantastico e avere finalmente la lettera di Hogwarts è stato incredibile, mi sono emozionata! Volevo scrivere una recenzione ma tra una cosa e l’altra ancora non l’ho fatto, dovrò rimediare!
      Il Doctor Who non vedo l’ora di rivederlo, solo che volevo aspettare di finire l’ottava stagione ma è da due mesi che sono senza internet a casa!! Sono in crisi d’astinenza, non puoi capire! Sono riuscita a vedere solo la prima puntata con Capaldi 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...