Malata di serie tv (parte I) Lost

In questi giorni ho parecchia ispirazione, e vorrei evitare di buttarla via, specie ora che questo blog sta forse cominciando a prendere un verso, quindi ho deciso di cominciare una, chiamiamola così, mini rubrica, sulle serie tv che più amo. Ci stavo pensando da tempo ed è finalmente arrivato il momento!

Nella mia personalissima classifica, al primo posto ci sono ben quattro serie tv. Si, sono tutte al primo posto, insieme, perché sono tutte bellissime e non sono mai riuscita a decidermi su quale sia meglio dell’altra.

Queste serie sono, in ordine sparso, Lost, Scrubs, Big Bang Theory e Doctor Who (quest’ultimo entrato da pochi mesi in classifica).

image

Oggi voglio parlarvi di Lost, serie eccezionale ma difficile da descrivere, ecco perché comincio con lei.
Cominciai a vedere Lost con mio padre, in un periodo della mia vita che sicuramente non può definirsi facile. Il mio busto e il mio braccio destro erano completamente ingessati, e la gamba destra era ancora inutilizzabile dopo l’operazione. Ero bloccata sulla poltrona (l’unico mobile in cui riuscissi a starmene tranquilla senza dolori) e l’unico svago che avevo era la tv, non riuscivo neanche a leggere perché sfogliare un libro con una sola mano non è per niente semplice (il Kindle avrebbe fatto molto comodo, peccato non esistesse).
Comunque, Lost mi conquistò dalla prima puntata. Era incredibile, c’era azione, tensione, mistero, un pizzico di sovrannaturale e allo stesso stesso tempo c’era anche lo spazio per il divertimento (quante risate con Charlie, Hugo e Sawyer?) e, ovviamente, qualche lacrima.

Era perfetto. È perfetto.

L’unico difetto che mi può venire in mente, se difetto si può chiamare, è che succedono troppe cose, e se per sbaglio ti perdi una puntata è finita.
Difatti è quello che successe a me. Persi due puntate della terza stagione, da li non ci ho capito più nulla e ho dovuto rinunciare alla serie.
La ripresi anni dopo grazie a Rai4, che mandò in onda tutte e 6 le stagioni di fila. Inutile dire che l’ho amata anche più di prima!

imageLost è una serie perfetta, piena di attori eccezionali, uno più bravo dell’altro!
Riesce ad intrattenerti dalla prima all’ultima stagione, facendoti impazzire con mille domande!

Perché c’è un orso polare? Cosa c’è sotto la botola? Cosa significano i numeri 4 8 15 16 23 42? Chi sono gli Altri? Cos’è il fumo nero? Da dove viene la Roccia Nera?

Infinite domande che, pian piano, trovano una risposta mano a mano che la serie procede.

Vorrei spezzare una lancia a favore del finale di Lost.
La maggior parte delle persone lo ha disprezzato, e non poco. Purtroppo però molte delle suddette persone di questo finale non ha capito nulla.
Il problema è che è stato interpretato male. Sono tutti convinti che allo schianto dell’aereo morirono tutti, e che quello che è successo sull’isola in realtà non è mai successo, ma era solo una specie di purgatorio.
No. Mi dispiace. Sbagliatissimo!
I personaggi hanno vissuto veramente sull’isola, tutto ciò che è successo era reale. Il cosiddetto purgatorio c’è, ma solo nell’ultima stagione, dove, al posto dei flash back ci sono i flash forward (anche se non è proprio il termine adatto in questo caso).
Questo, nell’ultima e commovente scena della chiesa, viene spiegato benissimo dal padre di Jack (e infatti non capisco come abbiano fatto le persone ad interpretare male il tutto).
Lui dice che sono sì, tutti morti, ma non nello schianto.
Ma forse riesco a spiegarvelo meglio con le sue stesse parole.

Christian Sono reale, tu sei reale, tutto quello che ti è successo è reale. Le persone in quella chiesa, anche loro sono reali.
Jack: E tutti gli altri, anche loro sono tutti morti?
Christian: Tutti muoiono prima o poi Jack. Alcuni prima di te, altri molto dopo di te. […] Questo è il luogo che tutti voi avete creato tutti insieme, per potervi ritrovare. La parte più importante della tua vita è stata quella che hai trascorso con queste persone. Ecco perché vi trovate tutti qui. Nessuno muore da solo, Jack. Tu hai bisogno di loro e loro bisogno di te.

image

Miglior episodio

In generale, gli episodi che preferisco sono quelli che girano intorno al personaggio di Desmond.
Oltre ad essere, sempre secondo il mio parere, i più belli, sono anche quelli più significativi e importanti nella trama.

Personaggi migliori

Anche qui vado un po’ controcorrente, quasi tutti rispondo “Jack e Kate”, ma non io!

image

1- Desmond per me lui è il personaggio migliore, me ne sono innamorata dalla prima apparizione! Mi piace la sua storia, mi piacciono da morire gli episodi dedicati a lui (come ho già detto) lo adoro!
image

2- Sawyer è il classico duro da cuore tenero. Ha un passato tragico alle spalle, che cerca di nascondere con il narcisismo e con un brutto carattere. Nelle prime due stagioni è a tratti insopportabile, ma il personaggio matura insieme alla serie. Adoro la sua ironia e i suoi soprannomi incredibili.
Inoltre la sua storia con Juliet è bellissima!
image

3- Sun mi è sempre piaciuta tantissimo. Dietro la facciata di mogliettina fragile e sottomessa si nasconde una donna forte, pronta a dare una mano anche nelle situazioni più tragiche (basti pensare alla prima stagione e all’incidente di Boone) e pronta a difendere e proteggere chi ama. La sua storia con Jin è, nonostante tutto, tenera ed incredibile. La storia di due persone che continuano ad amarsi nonostante gli errori.
Tra l’altro, piccola curiosità, Yunjim Kim (l’attrice che interpreta, appunto, Sun) fece inizialmente il provino per il personaggio di Kate. Per il ruolo non andava bene ma gli sceneggiatori la trovarono talmente brava che crearono il personaggio di Sun, dal nulla, solo ed esclusivamente per lei!

Miglior antagonista
image

Benjamin un personaggio fantastico, enigmatico come non mai e interpretato da uno dei più bravi attori di questi tempi!
Anche il personaggio di Benjamin cambia molto nel corso della serie, tanto da non essere più un antagonista alla fine.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Malata di serie tv (parte I) Lost

  1. Maria Stella ha detto:

    Bello il tuo articolo. Quanto mi manca Lost! Buona giornata 🙂

  2. gufetta91 ha detto:

    Bell’articolo e sembra fatto apposta per me, visto che ho ripreso le 6 stagioni per riguardarmele in sequenza a distanza di qualche annetto, grazie a un amico che mi ha gentilmente prestato i dvd.
    Lost è la mia serie tv preferita, per me è impossibile pensare a una serie che possa arrivare vicino a quello che Lost ha creato: l’amore per le (dis)avventure dei personaggi, i vaneggi per i misteri da risolvere (vogliamo parlare dei misteriosi simboli simili a geroglifici che apparvero quando non inserirono i numeri in tempo?!) e l’ansia di anno in anno per le stagioni successive.

    Incredibile, i tuoi personaggi preferiti sono anche i miei! Io amo la storia d’amore tra Jin e Sun, e Sun è uno dei miei personaggi preferiti. Certo che Kate è tosta, ma il coraggio e la bontà di Sun sono un’altra cosa. Naturalmente Desmond è quello più incredibile, lo adoro, ma il mio cuore è interamente per Sawyer. Benjamin Linus poi… che spettacolo!
    Molti adorano Lock, ma io spesso lo trovo insopportabile; io sono più tipo Jack, non avrei avuto tanta “fede” nell’isola.

    Sul finale sono d’accordo con te, non avrebbero potuto fare di meglio a mio parere. Forse quelli che criticano non pensano a quanto sia bello il concetto di isola come “tappo” dei mali del mondo, le due “divinità” dell’isola e la scelta finale di tutti i sopravvissuti.

    Si capisce che lo amo? 😀

    • crostina ha detto:

      Vabé io e te abbiamo decisamente gli stessi gusti, questa è la prova definitiva! 😀
      Mi piace trovare altri fan di Lost, parecchie volte viene snobbato oppure piace a tutti ma “l’ultima stagione fa schifo”…che per me praticamente è una bestemmia!
      Devo assolutamente riuscire a convincere il mio ragazzo a guardarlo ma fin’ora è stato irremovibile!

      Lock è decisamente un personaggio affascinante, ma in molte occasioni è da prendere a schiaffi, vedi alla fine della seconda stagione la sua ostinazione che lo porta a non inserire i numeri e crea un disastro, e poi dice pure a Desmond “Avevi ragione”… E non potrò mai perdonarlo per la fine che ha fatto fare a Boone, non che ci fossi tanto affezionata, però l’ha davvero manipolato!
      Non vado particolarmente matta neanche per Jack ma perlomeno lui pensava solamente a proteggere tutti, senza dare, come dici tu, tutta questa fede all’isola (tranne nelle ultime stagioni ma li la situazione era decisamente cambiata).

      Comunque si, si capisce che lo ami! E come si fa a non amarlo? Mi ripeto ma….è perfetto!!

  3. Il SeriALE ha detto:

    Con questo articolo ti sei guadagnata la mia piena attenzione (a parte per The Big Bang Theory, ma se hai dato un’occhiata al mio blog sai già che lo odio ahahahah)!

    Lost è LA serie tv, secondo me, e sono contento di constatare che l’abbiamo vissuta praticamente allo stesso modo. Innanzitutto il finale: proprio come te, anche io non capisco chi lo considera pessimo, e sono in molti a non averlo capito per niente (per inciso, la parola che cercavi è flash-sideways 😉 ).

    Anche per l’episodio preferito, per quanto sia estremamente difficile sceglierne uno, probabilmente direi “La Costante”.

    Persino il personaggio preferito lo abbiamo in comune: in Lost il cast è talmente forte da rendere un’impresa la scelta di un carattere che sia anche solo mezzo gradino sopra gli altri, tuttavia con Desmond ho avuto sin da subito un’empatia senza pari, e lo eleggo senza dubbio a preferito dell’intera serie!

    • crostina ha detto:

      “Se qualcosa va storto, Desmond Hume sarà la mia costante!”
      Come dimenticarla quella puntata!

      Comunque, ribadisco ciò che ho detto a Gufetta, è bello trovare altri amanti di questa serie bellissima! Ne parlavo proprio ieri con alcuni amici e tutti sostenevano che Lost fosse orribile 😦

      Ho letto del tuo odio per Big bang theory, non lo condivido ma vabé, il mondo è bello perché vario! xD

      • Il SeriALE ha detto:

        Ma sai che anche io ho conosciuto diverse persone che addirittura si sono dette pentite di averlo visto? Fortunatamente ne conosco di più che invece lo hanno amato come me, come noi.

        Su The Big Bang Theory non mi esprimo più ahahah Il mondo è bello perché è vario, esatto! 😉

  4. mrrobius ha detto:

    Più che ti leggo e più che approvo 😀
    Se scrubs è stata la prima serietv divertente che mi sono visto per intero, Lost è stata la PRIMA in generale, e il primo amore non si scorda mai!

  5. occhiodelcineasta ha detto:

    bell’articolo, semplice ed efficacie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...