Riflessioni stando seduta al buio

image

Per un problema al salvavita, questa sera abbiamo avuto la corrente che andava e veniva, e visto che mia madre doveva cucinare e mio padre lavorare, ho dovuto, per una mezz’oretta, stare seduta al buio nella vecchia officina di mio padre a riattaccare il contatore ogni volta che saltava.
Perché non hai acceso la luce, direte voi, e non posso darvi torto, ma non so onestamente dove sia l’interruttore, e quando l’ho chiesto a mio padre ha solo grugnito qualcosa di incomprensibile….tipico di mio padre in effetti…

E quindi niente, stavo la, al buio, seduta su un certo attrezzo di non so quale utilizzo che mi stava facendo congelare il sedere.
Una serata bizzarra, non c’è che dire!
Ma, escludendo la parte dell’attrezzo, stare seduta al buio non mi è dispiaciuto.

Ho sempre preferito la notte al giorno. Forse la ragione della mia insonnia in effetti potrebbe derivare da questo…
Il buio è rilassante, ti aiuta a pensare, ti fa sognare.

Anche per uscire preferisco la sera, con le sue ombre e le sue atmosfere, in cui mi ci nascondo con piacere ogni volta che posso.
Alla luce del giorno non è che mi senta proprio a mio agio, e questo è uno dei tanti motivi per cui amo l’inverno. Amo quando l’aria si rinfresca e le giornate cominciano ad accorciarsi, molti pensano che sia deprimente, per me è semplicemente bellissimo.

Ricordo che da piccola, d’estate, mi piaceva stare sveglia tutta la notte, mi godevo ogni attimo di silenzio, e quando cominciava a far giorno, zitta zitta, in punta di piedi, andavo ad una finestra e guardavo il cielo schiarirsi piano piano.

Ora sto sveglia tutta la notte per altri motivi, stress, preoccupazioni, ansie o semplicemente caldo, non so mai come colpirà l’insonnia. Ma ovviamente non sono più quella bambina che dopo aver ammirato l’alba dormiva un’oretta e poi usciva a giocare per tutto il giorno (ovviamente non lo facevo tutte le notti, sarebbe stato molto più preoccupante di quanto già lo fosse). Ora se sto sveglia tutta la notte poi il giorno dopo sono un cadavere ambulante, quindi non mi posso più godere le ore di buio come lo facevo prima.

Quindi si, stare seduta, da sola, nel buio, in una fredda sera di febbraio mi è piaciuto. Sono da ricovero? Decisamente.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Perle di vita e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Riflessioni stando seduta al buio

  1. Gintoki ha detto:

    Anche a me piace andare in giro col buio. L’inverno da questo punto di vista è la stagione migliore, puoi camminare con le mani nelle tasche del cappotto, avvolgendotici dentro. E il buio intorno è una coperta sulla coperta, dà un senso di conforto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...