Aggiornamenti di sistema

Vi avevo lasciati l’ultima volta con l’annuncio del nuovo lavoro (non è vero, vi avevo lasciati incazzata per il cacciavite sonico….ma vabé fa niente).
Cos’è successo da allora?
Ve lo dico in pochi semplici punti!

1- Ho cominciato a lavorare, ottimista e allegra come non mai!
2- Ho bellamente ignorato, con tanto di sorriso smagliante, i commenti delle colleghe che andavano dal “Ma chi te l’ha fatto fare di venire qui” a “Ma ancora non ti sei spaventata?”
3- Ho conosciuto il responsabile del negozio, e come un amore a prima vista mi è stato sulle palle dopo i primi tre secondi.
4- Dopo due settimane ho avuto crisi isteriche non indifferenti (fuori dal lavoro ovviamente).
5- Ho scoperto cose agghiaccianti sui capi, del tipo che se stai male, anche con la febbre a 40, a lavoro ci devi andare comunque o ti licenziano.
6- Ho finalmente capito fino in fondo i commenti delle colleghe.
7- Ho deciso di ricominciare a cercare un altro lavoro dopo tre settimane che mi sono sembrate un anno.
8- Mi hanno licenziata per taglio del personale.

Insomma, ecco qua il riassunto delle ultime quattro settimane della mia vita.
La cosa buffa è che ci sono rimasta davvero male.
Volevo comunque lasciare il lavoro, ma lo volevo fare nel momento in cui fossi stata certa di avere un altro posto. E soprattutto volevo farlo alle mie condizioni, non alle loro!
Il responsabile tra l’altro, che mi ha sempre trattata di merda, nel licenziarmi mi ha riempita di complimenti. Il che mi fa pensare che mi abbia trattata di merda solo per….boh….passare il tempo?

L’unica cosa che mi consola è il fatto che so di aver lavorato bene. Considerando anche il fatto che ho gestito un intero reparto completamente da sola fin dal primo giorno, e le cose me le spiegavano praticamente a metà. So che ho dato del mio meglio e di aver fatto un buon lavoro. E questo non lo poteva negare nemmeno il responsabile!

Per fortuna il giorno dopo il licenziamento mi sono sfogata andando a Roma per una conferenza/premiazione insieme a quei matti del mio vecchio lavoro. Mi sono divertita come una matta, ho quasi perso la voce e soprattutto ho rivisto e abbracciato i miei ex colleghi che mi mancavano da morire!

Insomma, nonostante tutto devo dire che è stata quasi una liberazione, e ora sono molto più serena!

E adesso….

Si ricomincia da capo!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Altro, Perle di vita e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Aggiornamenti di sistema

  1. Pakap ha detto:

    Meglio così, se era un posto da schifo. Inoltre se ti licenziano loro ci guadagni qualcosina, no? Non funziona così?
    Comunque sia sono contento di sapere che non ti sei abbattuta troppo! Complimenti!

    • crostina ha detto:

      Grazie mille! 🙂
      Tra l’altro ti ringrazio ancora, per la millesima volta, per tutto l’interesse che hai avuto in questa vicenda, non me l’aspettavo e mi ha fatto davvero piacere!!
      Comunque si, tecnicamente dovrebbero darmi qualcosina in più, ma non lo saprò fino alla fine del mese, quando andrò a segnare le poche ore (solo una settimana) di novembre che ho fatto.

  2. Gintoki ha detto:

    In bocca al lupo 🙂

    Poi concordo con Pakap, meglio così se il posto era pessimo. Però capisco il “voglio andarmene quando e come dico io”.

    🙂

  3. Fannes ha detto:

    Scusami se ti disilludo ma mi sa che con 3 settimane sole di lavoro ti regalano proprio poco.. 🙂

    • crostina ha detto:

      In tutto ho lavorato quattro settimane, e mi hanno assicurato che saranno comunque retribuite. Magari non avrò la liquidazione, quello è probabile, ma è già qualcosa xD

      • Fannes ha detto:

        in teoria la liquidazione c’è sempre ma è tipo una mesata l’anno, quindi se hai lavorato un mese solo verranno fuori 70 euro… però entro il mese mi sa che resti nel periodo di prova in cui possono fare di te quello che vogliono 🙂

      • crostina ha detto:

        È più che probabile che sarà così infatti! Anche perché li fanno cose “strane” (per quello a cui sono abituata, poi magari son cose normalissime), ad esempio i contratti sono mensili. Io ho sempre firmato contratti settimanali, tranne l’ultimo che era di due settimane.
        Per quello che mi hanno detto avrò comunque lo stipendio pieno, nel senso, non mi pagano di meno solo perché ero in prova, però è difficile che mi diano di più.
        Lo scopriremo presto comunque!

  4. Safranina ha detto:

    Com’era quel detto? Si chiude una porta e si apre un portone…? Viste le proporzioni magari è la volta buona per una bel CANCELLO, altro che portone!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...