Malata di serie tv (parte XVI) Luke Cage 

La Marvel, si sa, da grandi gioie, ma non sempre le riesce…

Dopo Daredevil e Jessica Jones, che mi sono piaciuti tantissimo, avevo grandi aspettative per Luke Cage, anche perché il personaggio mi era piaciuto molto nella serie dedicata alla detective, purtroppo però queste aspettative non sono state proprio ripagate…

Andiamo però con ordine!

Luke Cage è la terza serie delle quattro che ci hanno dato le basi per l’attesissimo The Defenders, che non vedo l’ora di vedere tra l’altro!

Scusate se l’immagine è minuscola, appena mi metto al pc correggo

Luke è dotato di una superforza e di una pelle a prova di proiettile, poteri ottenuti a causa di un esperimento finito male nel carcere in cui era recluso. A seguito dell’esperimento, Luke evade, diventa un fuggitivo, ma poi riesce a ricostruirsi una vita ad Harlem. Il periodo di pace però dura ben poco, presto il suo passato torna a galla e lo costringe a combattere, utilizzando i suoi poteri, per proteggere la propria città.

La prima cosa che non mi è andata a genio, e ovviamente parlo per il mio gusto personale, è lo stile. Tutto troppo tamarro per i miei gusti, esageratamente tamarro! Ed è un mio limite, me ne rendo perfettamente conto! In più procede con una lentezza disarmante, non so quante volte ho rischiato di addormentarmi durante la visione.

Gli attori però sono come sempre fantastici, a cominciare da Mahershala Ali, l’interprete di Cornell, o Cottonmouth, un antagonista davvero molto interessante che purtroppo, sempre secondo me, non hanno sfruttato appieno, fino a Simone Missick, nei panni della bellissima poliziotta Misty e tanti altri…

L’unico attore che non mi ha convinta per nulla è stato quello più importante, Mike Colter, ovvero proprio il nostro protagonista, Luke Cage. Come ho già detto mi era piaciuto molto in Jessica Jones, ma, non so perché, nei panni del protagonista non l’ho proprio visto bene. Gli mancava quel non so che di carisma e di espressività in più.

Anche Rosario Dawson, ormai presenza fissa in tutte le serie Marvel targate Netflix, nei panni di Claire, mi è sembrata sotto tono rispetto al solito, soprattutto nella parte finale della serie.

Tornando a parlare degli antagonisti, sono rimasta davvero delusa.

Dopo i fantastici “villains” di Daredevil e Jessica Jones, avevo aspettative davvero alte per quello di Luke Cage. Purtroppo però sembra quasi che abbiano voluto strafare. Cottonmouth sembrava un cattivo molto interessante, con una psicologia molto particolare ma, come ho già detto, è stato sfruttato malissimo. Il secondo antagonista, Stryker, non mi ha dato proprio nulla. Non saprei bene neanche cosa dire su di lui…

Quindi, per farla breve, per me Luke Cage è stato un flop totale. L’ho finito di guardare solo per completezza in previsione, come ho già accennato, della serie che riunirà i Difensori.

So che molti però lo hanno apprezzato molto, quindi fatemi sapere anche voi cosa ne pensate!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...